Lettera di presentazione in inglese

Lettera di presentazione in inglese? Scrivi la tua cover letter!

Guide

Vuoi fare un’esperienza lavorativa in un Paese di cui non conosci la lingua? Nessun problema! Puoi sempre usare l’inglese per scrivere il tuo CV. Non conosci l’inglese? Nessun… No aspetta, in questo caso potresti avere un bel po’ di problemi.

Se cerchi lavoro all’estero o presso aziende italiane che richiedono il CV in inglese, molto spesso dovrai redigere una lettera di presentazione in inglese (cover letter). Come per la lettera di presentazione in italiano, anche quella redatta in lingua straniera deve avere lo scopo di indurre il recruiter ad aprire il tuo curriculum vitae allegato e a scoprire il tuo profilo, e per farlo deve avere uno stile formale ma anche accattivante. 

Struttura della lettera di presentazione in inglese:
  • Introduction: dopo i saluti, indicare la fonte dell’annuncio e il job title o la posizione per cui ti candidi
  • Why me: indicare sinteticamente i dettagli personali e la motivazione che ti porta a candidarti proprio per quella posizione e proprio in quell’azienda, correlando le proprie skill, le esperienze professionali e i punti di forza 
  • Closing statement: indicare la disponibilità al colloquio e, naturalmente, i ringraziamenti e i saluti 
Come scrivere una lettera di presentazione in inglese
I consigli utili per scrivere una lettera di presentazione in italiano al fine di farsi notare dal recruiter sono validi anche per la cover letter, ma occorre tenere a mente alcune accortezze in più. Per quanto fluente sia la tua conoscenza dell’inglese, infatti, è sempre bene seguire una serie di spunti per evitare i refusi, che sono dietro l’angolo e possono compromettere la valutazione della candidatura:
  • rileggere con attenzione la cover letter, facendola rileggere da qualcuno che conosca l’inglese: un controllo “a quattr’occhi” può evitare refusi; 
  • preferire strutture semplici e concise, evitando subordinate, proposizioni complesse e passive; 
  • trovare alternative ai verbi “basici” (to do, to work) con verbi di azione (to facilitate, to manage, to develop…); 
  • fare attenzione ai cosiddetti false friends; 
  • usare (con cognizione di causa) aggettivi e affermazioni dirette che possano valorizzare il profilo; 
  • indicare da quando sei disponibile a lavorare (dimostrati il più flessibili possibile). 
Come deve iniziare una cover letter, cosa non deve mancare assolutamente, cosa invece bisogna davvero evitare? Scopri le differenti tipologie di lettera di presentazione in inglese create ad hoc per differenti esigenze e profili professionali, oltre a quella da inviare dopo aver sostenuto il colloquio.

Articoli correlati

Vuoi farti notare? utilizza la lettera di presentazione

Quello che ti occorre è un asso nella manica che ti permetta di distinguerti dalla massa


Altro
La lettera di presentazione

Lettera di presentazione: l'allegato che non può mancare quando invii il CV

Altro