La lettera di presentazione

Lettera di presentazione efficace: l'allegato che non può mancare quando invii il CV

Guide

Lettera di presentazione

Pensa a quando sei a fare la spesa e davanti a te ci sono tante marche di un prodotto che non conosci ma che devi comprare, quale scegli? Ovviamente potresti fare una ricerca su internet con il tuo smartphone, ma se non hai tempo da perdere probabilmente porterai a casa il prodotto dalla confezione più accattivante e professionale. 

Che cos’è una lettera di presentazione?

La lettera di presentazione è un po’ come il packaging del tuo curriculum vitae, è infatti la prima cosa che il recruiter avrà davanti agli occhi e da cui poter cogliere il motivo per cui tu vali più degli altri candidati. È importante pertanto dedicare grande attenzione alla stesura affinché sia una lettera di presentazione efficace. Prima di tutto è necessario adattare la lettera di presentazione all’azienda presso cui ci si propone, personalizzandola di volta in volta in base al tipo di lavoro per il quale ci si candida. Come per il curriculum vitae, l’obiettivo è dimostrare al selezionatore che sei competente e interessante, ma soprattutto in linea per la posizione considerata.

La lettera di presentazione è quindi a tutti gli effetti la “spiegazione” del curriculum e in questo senso essa dovrebbe raccontare e collegare le informazioni in esso contenuto, sottolineando il percorso che hai ha svolto fino a questo momento.

Come si scrive una lettera di presentazione? 

Come fare una lettera di presentazione da accompagnare al cv davvero efficace, cosa che può apparire complicata (soprattutto se è la prima volta), è presto detto. Per superare gli ostacoli iniziali e per individuare la struttura ottimale che la lettera dovrebbe avere, si può partire scaricando e scegliendo un esempio di lettera di presentazione per poi personalizzarla nella maniera migliore.

La lettera di presentazione deve spiegare perché il candidato è la persona adatta a ricoprire l'incarico dell’offerta di lavoro o per entrare nell’azienda. Per preparare una lettera efficace, bisogna innanzitutto raccogliere più dettagli possibili sull’azienda e sulla posizione desiderata: con molte informazioni sarà più facile scrivere una lettera di presentazione efficace e di successo. Come fare a cercarle? Utili gli spunti presi da giornali e web, visitando il sito della società per capire quali sono le più importanti aree di investimento dell’impresa, qual è la sua vision, quali i suoi valori chiave e i nuovi progetti. Nella ricerca di queste informazioni nulla è più utile dei social network (fan page di Facebook, LinkedIn e Twitter in primis) per cogliere lo stile comunicativo dell’azienda, come interagisce con le community e qual è il punto di vista delle persone sull’azienda stessa. Insomma, per farla breve, chi ricerca trova (e non si ritroverà a scrivere una lettera di presentazione generica)! 

Lettere diverse per posizioni diverse 

È fondamentale differenziare di volta in volta la lettera di presentazione per dare valore aggiunto alla tua candidatura. La lettera può avere una parte simile o uguale per tutte le candidature, ma va adattata mettendo in luce ogni volta l’esperienza o la competenza più in linea con l’annuncio.

Perché sei il candidato migliore per quella offerta di lavoro? È fondamentale che tu lo descriva nella lettera, indicando il tipo di contributo che puoi portare grazie al tuo background e all'esperienza maturata nel ruolo che ricoprivi in precedenza o nei percorsi di formazione seguiti.

Importante tenere sempre a mente che l’obiettivo della lettera di presentazione, così come quello del curriculum vita, è quello di andare al colloquio.

Alcuni consigli su come catturare l’attenzione con la lettera di presentazione:
  • Per prima cosa sottolinea le motivazioni che ti hanno spinto a rispondere a quella specifica offerta di lavoro, gli stimoli, il motivo per cui hai scelto proprio quell’azienda piuttosto che un’altra. La lettera di presentazione è la tua occasione per esprimerti appieno (ma non scrivere un romanzo!). 
  • Evidenzia i punti forti: reali punti di forza possono essere stage, esperienze lavorative, tesi e ricerche su tematiche di interesse aziendale, la conoscenza certificata di più lingue ed anche un particolare interesse personale per attività strategiche dell’azienda. Questo ti sarà utile soprattutto in caso di lettera di presentazione per la candidatura spontanea: renditi davvero interessante. 
  • Importante: sii esaustivo, ma allo stesso tempo conciso e pertinente. Una buona lettera di presentazione non è né troppo lunga né troppo breve, ma è completa. Un recruiter noterà sicuramente se sei motivato e se la tua assunzione può portare valore aggiunto alla società: queste sono le caratteristiche che devono balzare all’occhio dalla lettera di presentazione. 
  • Per mantenere l’attenzione del recruiter è fondamentale che la tua lettera di presentazione sia ordinata e ben strutturata nella forma e nel contenuto, e non più lunga di 10-12 righe. 
  • Nulla, ma proprio nulla è più dannoso, per una lettera di presentazione degli errori ortografici o di battitura, sinonimo di scarsa attenzione e affidabilità. È opportuno rileggerla più volte al termine della stesura (anche facendosi aiutare da qualcuno). 
  • Cerca di mantenere l’attenzione del selezionatore fino alla fine, tenendo sempre a mente di esprimere il valore aggiunto che stai portando all’azienda. 
  • Metti sempre in risalto le tue qualità e skill, ma non come un semplice elenco, motivale piuttosto con le tue esperienze ed esempi concreti in cui mostrare, contestualizzandole, le competenze maturate. 

Scarica gratuitamente un esempio lettera di presentazione da utilizzare come modello 

Guarda il video su come scrivere la lettera di presentazione