Approccio Data Driven in azienda: cos'è e come si apprende

Data Driven significa letteralmente “guidato dai dati”. Negli ultimi anni si è parlato molto della “trasformazione Data Driven” nelle aziende ma che cosa si intende esattamente per “Data Driven”? I dati sono sempre più necessari in un mondo dove i processi decisionali, soprattutto su larga scala, non possono basarsi su dati vaghi o imprecisi. Un’azienda con un approccio Data Driven prende decisioni basandosi sulle evidenze oggettive dei “Big Data”.

 

Data Driven: cos’è e in quali settori aziendali è utile?

Essere una Data Driven Company significa farsi guidare dai numeri e avere un approccio basato sui dati per prendere decisioni.

I dati devono inoltre essere la base per la costruzione dei progetti del business aziendale, così da rendere l’azienda più competitiva.

L’analisi dei dati permette poi di evidenziare il divario tra gli obiettivi che si sono prefissati e i risultati reali. Sono utili, ad esempio, per stimare e calcolare l'impatto effettivo del business e il ritorno sugli investimenti (ROI). Imprenditori e Manager possono così prendere decisioni importanti e strategiche basandosi su numeri concreti e prevedere in modo più accurato le tendenze di mercato. I settori più importanti in cui la trasformazione Data Driven si sta facendo rilevante sono, ad esempio:

  • la finanza;
  • il settore assicurativo;
  • il settore delle risorse umane;
  • il marketing;
  • il settore della produzione industriale.
  • il mondo delle risorse umane;
  • la produzione industriale;
  • il marketing.

Le figure professionali che si occupano degli aspetti Data Driven in azienda sono, ad esempio:

  • il Data Scientist: si occupa di Big Data, Machine Learning, Analytics e il suo compito è quello di supportare l’azienda a raggiungere gli obbiettivi di Business;
  • il Cloud Architect: è specializzato nella gestione dei processi di trasformazione digitale dell’azienda e si occupa di progettare piattaforme Cloud che si adattino al meglio alle necessità dell’impresa.

 

Data Driven Learning: i capisaldi

Per sfruttare al meglio le potenzialità offerte dal Data Driven è fondamentale disporre di personale formato e specializzato in questo settore all’interno della propria azienda.

Il Data Driven Learning (DDL) si basa principalmente su tre fattori:

  1. conoscenza della tecnologia, sia a livello software che hardware, che assicuri un utilizzo funzionale dei dati;
  2. professionisti in grado di leggere, comprendere ed estrapolare i dati utilizzando la tecnologia a disposizione;
  3. formazione: le tecnologie Data Driven si evolvono di continuo, quindi, è importante rimanere sempre aggiornati sul tema e prevedere programmi di formazione ai propri dipendenti.

Inoltre, chi si occupa di Data Driven deve essere in grado di:

  • raccogliere e analizzare i dati;
  • definire strategie e soluzioni in base ai bisogni aziendali;
  • monitorare e interpretare i dati.

 

Formazione Data Driven con Adecco

Come anticipato, per le aziende è fondamentale poter contare su personale aggiornato in campo Data Driven. A questo proposito, le aziende possono ad esempio valutare di attivare dei programmi formativi per i propri dipendenti, come ad esempio i corsi di formazione Adecco per il Data Driven Learning, uno dei principali pillar formativi di Adecco che si va ad aggiungere ai pillar Human Centered, Informal Learning & Community e Skill Revolution. Proietta la tua azienda verso il futuro con Adecco!