La lettera di presentazione: come farsi notare

Farsi notare non è importante: è l’unica cosa che conta 
Articoli


Sei sicuro delle tue capacità, e questo è molto importante. Vuoi metterle in mostra il prima possibile. Come biasimarti? Ma ricorda che ci sono migliaia di candidati che vogliono quello che vuoi tu e la concorrenza è davvero spietata. Il tuo primo obiettivo sarà quindi differenziarti. La lettera di presentazione è lo strumento adatto a questo scopo. Una prima cosa che devi considerare perché la lettera di presentazione balzi all’attenzione di coloro che si occupano delle selezioni, è che questa viene solitamente letta prima di aprire il curriculum vitae. Non devi quindi ripetere dettagli che saranno contenuti nel CV, ma indica piuttosto le informazioni aggiuntive al fine di stimolare l’interesse e incuriosire il recruiter.

Alcuni consigli su come catturare l’attenzione del selezionatore:

  • Ammicca! No, scherziamo: meglio non farlo. 
  • Torniamo seri: per prima cosa sottolinea le motivazioni che ti hanno spinto a rispondere a quella specifica offerta di lavoro, gli stimoli, il motivo per cui hai scelto proprio quell’azienda piuttosto che un’altra.
  • Evidenzia i punti forti: reali punti di forza possono essere stage, esperienze lavorative, tesi e ricerche su tematiche di interesse aziendale, la conoscenza certificata di più lingue ed anche un particolare interesse personale per attività strategiche dell’azienda.
  • Importante: sii esaustivo, ma allo stesso tempo conciso e pertinente. Un recruiter noterà sicuramente se sei motivato e se la tua assunzione può portare valore aggiunto alla società: queste sono le caratteristiche che devono balzare all’occhio dalla lettera di presentazione.
  • Per mantenere l’attenzione del recruiter è fondamentale che la tua lettera di presentazione sia ordinata e ben strutturata nella forma e nel contenuto, e non più lunga di 10-12 righe
  • Nulla, ma proprio nulla è più dannoso, per una lettera di presentazione degli errori ortografici o di battitura, sinonimo di scarsa attenzione e affidabilità. È opportuno rileggerla più volte al termine della stesura (anche facendosi aiutare da qualcuno).
  • Cerca di mantenere l’attenzione del selezionatore fino alla fine, tenendo sempre a mente di esprimere il valore aggiunto che stai portando all’azienda
  • Metti sempre in risalto le tue qualità e skill, ma non come un semplice elenco, motivale piuttosto con le tue esperienze ed esempi concreti in cui mostrare, contestualizzandole, le competenze maturate.

Articoli correlati

Vuoi farti notare? utilizza la lettera di presentazione

Quello che ti occorre è un asso nella manica che ti permetta di distinguerti dalla massa


Altro
Lettera di presentazione in inglese

Lettera di presentazione in inglese? Scrivi la tua cover letter!

Altro