Professioni e retribuzioni: quanto si guadagna in Italia?

Quali sono gli stipendi medi previsti per le principali professioni? Scopri su Adecco quanto guadagnano i lavoratori in Italia.

Articoli

Quando ci si approccia ad una professione, o si deve scegliere il proprio percorso di studi, si seguono le proprie passioni e si fanno valutazioni concrete: a quale futuro professionale si aspira? Quali sono le prospettive di guadagno? Che si sogni di fare il medico oppure l’avvocato, che si stia cercando lavoro come operaio o come impiegato, la domanda inevitabile che ci si pone è la seguente: quanto guadagna all’anno, quella specifica figura professionale?

Se capire come leggere la busta paga e sapere quanto effettivamente si guadagna non è semplice, ancor più complicato è fare delle previsioni di guadagno.

Tuttavia, è possibile avere una stima circa la retribuzione delle professioni più diffuse. Ecco, quindi, di seguito un approfondimento sui guadagni medi per le principali categorie professionali.




Quanto guadagna un medico?

Il guadagno di un medico in Italia dipende innanzitutto dal tipo di specializzazione che esercita.

Uno specializzando guadagna circa 1.700-1.800 euro/mese, mentre lo stipendio di un medico di base dipende dal numero di pazienti: la media è di 70 euro lordi a paziente se gli assistiti sono meno di 500, ma può scendere fino a 35 euro a paziente se gli assistiti sono molti. Un medico ospedaliero può percepire tra i 2.000 e i 4.000 euro al mese, un primario arriva a 6.000. Somme, queste, a cui si devono aggiungere i compensi delle visite private.

Quanto guadagna un medico chirurgo, invece? La media è di circa 125.000 euro lordi l’anno, ma i compensi possono crescere sensibilmente quando si parla di luminari o di settori come la chirurgia maxillo-facciale.



Quanto guadagna un infermiere?

Un infermiere che lavora in ospedale guadagna tra i 1.300 e i 1.600 euro al mese, ma può arrivare fino ai 2.500 euro o più al crescere dell’esperienza.

Tuttavia, l’OCSE ha più volte ribadito come questi numeri siano lontani dalla media europea. Se lo stipendio annuale in Italia non supera i 28-30.000 euro, in Belgio arriva a 50.000. Mentre, in Germania e in Francia, è compreso tra i 32.000 e i 40.000.



Quanto guadagna un dentista?

Lo stipendio medio di un dentista che lavora presso cliniche e studi privati è di circa 4.000 euro al mese. Tuttavia, aprendo un suo studio, può arrivare anche a 150.000 - 200.000 euro l’anno.



Quanto guadagna un fisioterapista?

Lo stipendio di un fisioterapista agli esordi della sua carriera è in media di 1.300-1.500 al mese, ma può superare i 2.000-2.500 euro mensili con l’anzianità professionale.

Lavorando per un ospedale può superare i 2.500 euro al mese, mentre aprendo la Partita IVA e operando come libero professionista i guadagni sono variabili.



Quanto guadagna un professore universitario?

Lo stipendio dei professori universitari in Italia è stabilito dal MIUR, Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca. Un professore associato ha uno stipendio di 2.200-2.700 euro al mese, un professore ordinario arriva a 3.300-4.000 euro al mese. Con gli scatti di anzianità, il compenso cresce di circa il 12%.



Quanto guadagnano le forze dell’ordine?

Per capire quanto guadagna un carabiniere o un poliziotto, è bene sapere che tutto dipende dal grado e dalla mansione svolta.

Per i poliziotti si va dai 1.200 euro al mese di un agente semplice ai 3.500 di un ispettore (ma, anche l’agente semplice, con l’anzianità lavorativa, può arrivare a guadagnare di più). Lo stipendio di un carabiniere semplice è invece di circa 1.500 euro al mese, fino ai 4.000 euro e più di un generale di corpo d'armata.



Quanto guadagna un architetto?

Un architetto alle prime armi, in Italia, guadagna circa 1.300 euro al mese. Col crescere dell’esperienza si possono guadagnare anche 3.000-5.000 euro al mese. In alternativa, è possibile aprire la Partita IVA e lavorare da liberi professionisti (in questo caso, per seguire un progetto completo, la media è di 10.000 euro/mese).



Quanto guadagna un notaio?

La professione del notaio, nel nostro Paese, non è di facile accesso. I notai sono pubblici ufficiali che, laureati in Giurisprudenza e con 18 mesi di praticantato, hanno superato il concorso annuale bandito dal Ministero della Giustizia (i posti sono limitatissimi).

Quanto prende un notaio, dunque? Le stime parlano di 60.000-200.000 euro l’anno.



Quanto guadagna un ingegnere?

Definire quanto guadagna un ingegnere è complicato, poiché le branche dell’Ingegneria sono molte.

Un ingegnere chimico o meccanico può guadagnare 30.000-60.000 euro l’anno, un ingegnere aerospaziale può superare i 100.000 annuali. Gli ingegneri civili e gestionali guadagnano in media 30.000-50.000 euro l’anno e gli ingegneri biomedici intorno ai 40.000. Molto dipende anche dalla realtà in cui si opera.



Quanto guadagna un giudice?

Un giudice ordinario in Italia guadagna circa 2.500 euro al mese, ma può arrivare ai 7.000 euro dopo vent’anni di servizio. Un giudice amministrativo o della Corte d’Appello ha uno stipendio medio mensile di 5.000-15.000 euro mentre un giudice della Corte di Cassazione di 8.000-15.000 euro.



Quanto guadagna un insegnante?

Lo stipendio di un insegnante della scuola dell’infanzia e della scuola primaria va dai 1.302-1.789 euro al mese. Coloro che invece lavorano nelle scuole secondarie di secondo grado guadagno all’incirca 1.390-2.000 euro al mese. Ad essere determinante è l’anzianità di servizio.



Quanto guadagna un veterinario?

Un veterinario che opera come dipendente guadagna 1.300-2.000 euro al mese, e così anche un veterinario con un suo ambulatorio (anche se, al crescere del lavoro, i suoi ricavi possono aumentare sensibilmente). Lavorando per una clinica privata si possono ricavare anche 4.000 euro al mese.



Quanto guadagna un avvocato?

In Italia, un avvocato prende circa 1.500 al mese se assunto presso uno studio. Un avvocato aziendale può guadagnare dai 2.000 euro al mese ai 120.000 euro l’anno, ma è aprendo un proprio studio che i ricavi possono aumentare sensibilmente: i grandi avvocati penalisti o divorzisti possono, infatti, raggiungere cifre da capogiro.



Quanto guadagna un operaio in fabbrica?

Lo stipendio medio di un operaio generico, in Italia, è di 1.300-1.400 euro al mese. Sebbene in Italia non esista un salario minimo, nel nostro Paese sono in vigore i CCNL (Contratti Collettivi Nazionale di Lavoro) che fissano lo stipendio minimo per ogni categoria.

Per un operaio agricolo il salario minimo è di 771,75 euro, che sale a 1.299,11 nel settore metalmeccanico. Nell’area tessile il salario minimo è di 1.265,24 euro mentre nel settore artigiano è di 895,30 euro.



Quanto guadagna un impiegato in Italia?

Infine, lo stipendio medio di un impiegato in Italia è di 20.000 euro l’anno, e va dai poco più di 10.000 euro delle posizioni Entry Level agli oltre 30.000 per gli impiegati con lunga esperienza.

Articoli correlati

Cosa fare se il datore di lavoro nega la richiesta di permesso
Il datore di lavoro può negare un permesso al dipendente? Ecco cosa stabilisce la legge e come comportarti in caso di permesso negato.
Altro
Perché è importante partecipare ai Recruiting Day?
Perché i Recruiting Day sono importanti e quali opportunità offrono questi eventi in termini di networking e possibilità di farsi notare dai Recruiters?
Altro