Piano di carriera: cos'è, come crearlo ed esempi

Che cosa sono i piani di carriera? E perché è importante realizzarli per la tua crescita professionale? Scopri con Adecco come fare un piano di carriera.

Guide


Per un futuro lavorativo di successo, avere le idee chiare è fondamentale: bisogna definire i propri obiettivi, ma anche ideare una strategia per raggiungerli. Con piano di carriera (o piano di crescita professionale) si intende uno schema di cosa il lavoratore si aspetta dal suo lavoro nel breve e nel lungo termine, quindi una di tabella di marcia che gli consenta di tenere a mente quali sono i propri obiettivi prefissati.

Ogni lavoro e ogni lavoratore sono a sé, e il piano di crescita professionale è strettamente personale.

Come creare un piano di carriera?

Il piano di carriera può essere creato dal lavoratore autonomamente, oppure con l’aiuto di un consulente o del datore di lavoro. In altri casi è invece l’azienda a richiedere ai suoi dipendenti di redigere un piano di crescita professionale. Ma cosa si intende con questo termine? Esso indica l ’insieme delle competenze trasversali e lavorative acquisite da un lavoratore durante il proprio avanzamento professionale.

Se desideri crearlo, di seguito ti riportiamo alcuni semplici passi che puoi seguire:

  1. Individua le opportunità.
  2. Stabilisci le tue priorità.
  3. Fissa obiettivi intelligenti.
  4. Crea la tua tabella di marcia.

 

Individua le opportunità

Inizia facendo mente locale delle tue Hard Skill e Soft Skill, analizza le tendenze del settore in cui operi, stila un elenco di quelli che potrebbero essere i prossimi passi della tua carriera.

Se possibile, confrontati anche con chi fa il tuo stesso lavoro e occupa una posizione più avanzata per cercare di individuare quali sono le opportunità migliori per te.

Stabilisci le tue priorità

Non basta individuare quali sono le opportunità nel tuo settore e quali i traguardi che vorresti raggiungere. Sarà necessario anche fissare delle priorità, così da non sprecare energie in obiettivi che non ti interessano. Concentrati sulle tue competenze, su quello che davvero conta per te: un lavoro stimolante? Una busta paga elevata? La possibilità di viaggiare o, al contrario, la possibilità di non fare lunghe trasferte? Confronta le tue priorità con le opportunità offerte dal settore così da definire al meglio il tuo piano di carriera.

Fissa obiettivi intelligenti

Non fissare obiettivi irraggiungibili: ragiona step by step, stabilendo traguardi a breve e a lungo termine. Punta a “obiettivi S.M.A.R.T”:

  • Specific (Specifici): chiari e definiti;
  • Measurable (Misurabili): misurabili in termini di risultati raggiunti;
  • Attainable (Raggiungibili): raggiungibili per davvero;
  • Relevant (Rilevanti): importanti per te;
  • Timely (Puntuali): gli obbiettivi devono avere un orizzonte temporale, ed essere raggiunti in un determinato lasso di tempo.

 

Crea la tua tabella di marcia

Infine, crea la tua tabella di marcia cercando di essere il più preciso possibile in termini di aspettative e di scadenze. Per ogni attività che devi/vuoi svolgere per il raggiungimento di un obiettivo, crea una Check-List.

Ricorda però di non vedere il tuo piano di carriera come qualcosa di immodificabile: la crescita professionale è di per sé un concetto flessibile, che può cambiare in corso d’opera così come possono mutare le tue priorità e/o il settore in cui lavori.

Infine, presenta il piano di carriera al tuo responsabile, così da renderlo partecipe dei tuoi obiettivi. Potrebbe aiutarti a realizzarli, e coinvolgerti in nuove sfide pertinenti con quegli scopi. Del resto per un’azienda l’Employee Retention è fondamentale e supportare i dipendenti nella loro crescita aiuta a mantenerli nel tempo.

Hai stilato un piano di crescita professionale, e sei in cerca di un lavoro che ti consenta di raggiungere gli obiettivi prefissati? Scopri tutte le offerte di lavoro sul sito di Adecco o rivolgiti ad una delle filiali Adecco presenti sul territorio.

Articoli correlati

Colloquio di lavoro in inglese: come affrontarlo al meglio?
Esempi di domande standard, risposte possibili, frasi utili e consigli per dare una buona impressione e avere successo durante un colloquio di lavoro in inglese.
Altro
7 indizi che suggeriscono l'esito di un colloquio di lavoro
Quali sono i segnali che possono farci capire se un colloquio di lavoro è andato bene o no? Ecco gli indizi che ci aiutano a intuirne l'esito
Altro