I migliori consigli per diventare freelance

I migliori consigli per intraprendere una carriera da freelance e iniziare a lavorare come libero professionista indipendente per aziende e società
Guide

Il freelance, figura sempre più richiesta in diversi ambiti professionali, è un lavoratore indipendente, che offre le sue prestazioni a società, organizzazioni o privati. Ecco tutto quello che devi sapere se stai valutando di intraprendere una carriera da libero professionista.

Chi è il freelance?

I freelance sono lavoratori che non sono assunti presso una sola azienda o agenzia e che forniscono i loro servizi in cambio di un pagamento predeterminato, solitamente specificato attraverso un contratto.

Sebbene i liberi professionisti possano avere background differenti (a livello di istruzione, formazione ed esperienza lavorativa), il lavoro da freelance si presta più facilmente a quelle professioni che forniscono un bene o un servizio facilmente misurabile.

Ad esempio, molti lavoratori freelance sono giornalisti, copywriter, designer, artisti, organizzatori di eventi o consulenti.

Spesso si trovano a stabilire in autonomia i propri orari lavorativi e possono lavorare anche da remoto.

Per gestire al meglio la propria attività lavorativa è importante anche organizzare la postazione di lavoro, munirsi di un PC e di una rete Wi-Fi performante.

Come diventare freelance: gli adempimenti burocratici

La prima cosa da fare per diventare freelance in Italia è aprire la Partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate. Se sei poco pratico sul tema, il nostro consiglio è quello di rivolgerti a un commercialista per una consulenza. Oltre all’apertura della partita IVA è poi necessario fare alcune operazioni per mettersi in regola:

  • iscriversi all’INPS (o alla cassa di propria competenza);
  • scegliere il regime fiscale;
  • richiedere eventuali agevolazioni;
  • acquistare il software per la fatturazione elettronica.

Come diventare un freelance di successo: i consigli

Se il tuo obiettivo è quello di lavorare in proprio, Adecco può aiutarti. Sul nostro sito o presso le filiali fisiche trovi tante offerte di lavoro dedicate ai lavoratori autonomi.

Di seguito ti riportiamo invece alcuni consigli che potrebbero tornarti utili se stai pensando di diventare un libero professionista.

Organizza il tuo tempo

Una delle principali sfide per un freelance è la gestione del tempo. Questo deve essere infatti suddiviso tra diverse attività: stipulazione dei contratti lavorativi, organizzazione delle attività per i clienti, emissione delle fatture, gestione degli adempimenti burocratici e fiscali.

Se il tuo obiettivo è ad esempio quello di lavorare 40 ore alla settimana, considera circa 30 ore di lavoro operativo per i clienti e 10 ore per svolgere tutte le attività legate alla gestione della tua Partita IVA. Per alleggerire il più possibile questa seconda parte:

  • delega gli aspetti più complicati al tuo commercialista;
  • utilizza un software di fatturazione;
  • chiedi supporto a un avvocato per la stesura dei primi contratti di lavoro da libero professionista.

Se devi partecipare a corsi di formazione online o incontrare di persona i clienti, cerca di condensare queste attività in un unico giorno a settimana, così da non sottrarre tempo alle attività più operative.

Costruisciti un team di supporto

Fare tutto da soli è molto difficile: ecco perché costruire un team di supporto è un’idea vincente. Stila un elenco di professionisti specializzati che potrebbero fornirti supporto nel tuo lavoro.

Ma non solo. Entra anche in contatto con altri freelance che svolgono la tua stessa professione. Questo ti permetterà di avere dei momenti di confronto con loro, restare aggiornato sulle novità del tuo settore e stringere collaborazioni proficue. Anche lavorare in uno spazio di Coworking può essere utile in tal senso.

 

Articoli correlati

Cosa fare se il datore di lavoro nega la richiesta di permesso
Il datore di lavoro può negare un permesso al dipendente? Ecco cosa stabilisce la legge e come comportarti in caso di permesso negato.
Altro
Professioni e retribuzioni: quanto si guadagna in Italia?

Quali sono gli stipendi medi previsti per le principali professioni? Scopri su Adecco quanto guadagnano i lavoratori in Italia.

Altro