Libri sul lavoro: i titoli che ogni lavoratore dovrebbe leggere

I migliori libri sul tema del lavoro per aiutare i lavoratori a essere più consapevoli dei propri diritti e di come sta evolvendo il mondo del lavoro.
Articoli

Stai pensando a cosa fare dopo la laurea? O vorresti avere un’idea più chiara di come il mondo del lavoro si sta evolvendo? Allora potresti approfondire questi temi con un buon libro. Diversi sono infatti gli autori che trattano il tema del lavoro e numerosi sono i libri che possono tornarti utili per ampliare le tue conoscenze. Ecco cinque libri sul lavoro che abbiamo selezionato per te.

Immaginare il lavoro. Il mondo di ieri le sfide di domani – Andrea Malacrida

Tra i libri sul lavoro, “Immaginare il lavoro. Il mondo di ieri le sfide di domani” di Andrea Malacrida è una sorta di “mappa” che guida il lettore attraverso il mondo del lavoro moderno, una realtà incerta, fluida e spesso contorta.

In questo testo l’autore esorta il lettore a comprendersi e immaginarsi in un futuro lavorativo digitale, sostenibile, inclusivo e aperto. L'analisi condotta da Andrea Malacrida parte dalle sue conoscenze ed esperienze personali ma sempre a partire da analisi predittive e dall'intelligenza artificiale, ponendo l’attenzione su tematiche come quelle della formazione, dell’Upskilling e del Reskilling.

Un mondo senza lavoro. Come rispondere alla disoccupazione tecnologica - Daniel Susskind

Daniel Susskind firma un volume (elogiato anche dal New York Times) che pone questioni di estrema urgenza. Per via dei progressi dell’intelligenza artificiale, il lavoro umano è sempre più alla portata dei computer: un traguardo e, al contempo, una minaccia.

Il progresso tecnologico può infatti condurre a benessere e prosperità senza eguali ma è fondamentale che tale prosperità venga equamente suddivisa.

Umanità in rivolta. La nostra lotta per il lavoro e il diritto alla felicità - Aboubakar Soumahoro

Tra i libri sul diritto del lavoro, uno dei più interessanti porta la firma di Aboubakar Soumahoro, nato in Costa d’Avorio e impegnato oggi a difendere i diritti dei lavoratori in Italia. La sua tesi? I lavori che gli italiani non vogliono più fare celano spesso il degrado di condizioni di lavoro inaccettabili. Chi giunge nel nostro Paese, disperato e sprovvisto di tutele, è costretto a piegarsi a lavori in nero e sottopagati per sopravvivere.

Utopia per realisti - Come costruire davvero il mondo ideale - Rutger Bregman

Rutger Bregman ha un’idea: per sbloccare il futuro bisogna tornare alle utopie. È questa l’unica strada per rispondere ai nazionalisti, al divario tra ricchi e poveri e allo stress del troppo lavoro. Senza utopie non c’è orizzonte, non c’è futuro e ci si arrende all’immobilismo.

E quella di cui oggi abbiamo bisogno è quella di una riduzione delle ore di lavoro e dei consumi, dell’apertura dei confini, del reddito minimo per tutti. “Avere un po' di tempo libero è considerato come essere disoccupati, non come la scelta intelligente di anteporre la vita al lavoro”, scrive Bregman. Ma la pressione da Overworking non deve più essere uno status symbol.

Basta chiacchiere! Un nuovo mondo del lavoro – Walter Passerini

Dodici esperti raccontano le sfide di oggi e le possibilità del domani, discutendo il futuro delle imprese, delle risorse umane e del lavoro. Ma, in questo volume, si parla anche di clima, creatività e no profit, della paura dei robot e della direzione che l’innovazione sta prendendo. Come il titolo suggerisce, ora non è più il momento delle chiacchiere. È il momento delle soluzioni e dei rimedi, tempestivi e ragionati.

Articoli correlati

Cosa fare se il datore di lavoro nega la richiesta di permesso
Il datore di lavoro può negare un permesso al dipendente? Ecco cosa stabilisce la legge e come comportarti in caso di permesso negato.
Altro
Professioni e retribuzioni: quanto si guadagna in Italia?

Quali sono gli stipendi medi previsti per le principali professioni? Scopri su Adecco quanto guadagnano i lavoratori in Italia.

Altro