Categorie Protette in azienda: la guida completa per le aziende

Fanno parte delle Categorie Protette tutte quelle persone affette da disabilità, patologie gravi, invalidità psico-fisiche, per le quali esistono tutele di legge sancite dalla Costituzione Italiana, affinché possano essere inserite nel mercato del lavoro.

       

Quali sono le Categorie Protette: la Legge 68/99

La Legge 68/99 (Legge n. 68 del 12 marzo 1999 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”) permette di incentivare il lavoro delle Categorie Protette tramite sgravi e agevolazioni di natura fiscale destinate a chi le assume, sia nel settore pubblico che in quello privato.

La Legge 68/99 tutela le seguenti categorie di persone:

  • persone invalide con invalidità civile superiore al 45%;
  • invalidi sul lavoro con invalidità superiore al 33%;
  • invalidi di guerra e civili di guerra;
  • persone non vedenti, con una vista pari o inferiore a un decimo;
  • persone sordomute;
  • vedove, orfani, profughi, vittime del terrorismo e della criminalità organizzata.

 

Categorie Protette: obblighi per le aziende

La Legge prevede l’assunzione delle Categorie Protette come obbligo per le aziende. Le aziende devono infatti riservare posti ai lavoratori svantaggiati in base al numero dei dipendenti assunti in azienda:

  • assunzione di 1 persona appartenente alle Categorie Protette per aziende con un numero di lavoratori compreso tra i 15 e i 35 dipendenti;
  • assunzione di 2 persone appartenenti alle Categorie Protette per imprese con un numero di dipendenti compreso tra i 36 e i 50 dipendenti;
  • 7% di persone appartenenti alle Categorie Protette per aziende con più di 50 dipendenti.

La mancata assunzione di dipendenti appartenenti alle Categorie Protette è punita con una sanzione amministrativa pari a 153,20 euro per ogni giorno lavorativo di ritardo nell'assunzione.

 

Categorie Protette: agevolazioni 2021 per le aziende

Anche per il 2021 sono previsti bonus fiscali e sgravi per le aziende che forniscono lavoro a chi rientra nelle Categorie Protette.

Le agevolazioni economiche vengono concesse dall’INPS alle aziende che ne fanno richiesta, sulla base dell’imponibile previdenziale. Quest’ultimo varia in base al grado di invalidità riconosciuto al dipendente dalla commissione medica e spetta per un numero di anni variabile, sempre a seconda della percentuale di invalidità del dipendente. Per il 2021, le agevolazioni fiscali per le aziende prevedono uno sgravio di 36 mesi:

  • equivalente al 70% della retribuzione mensile imponibile per fini previdenziali con ridotta capacità lavorativa superiore al 79%;
  • equivalente al 35% della retribuzione mensile imponibile per fini previdenziali con ridotta capacità lavorativa compresa tra il 67 e il 79%.

È invece previsto uno sgravio di 60 mesi pari al 70% della retribuzione mensile imponibile per le assunzioni di almeno 1 anno a tempo indeterminato/determinato delle Categorie Protette e con disabilità intellettiva e psichica sopra al 45%.

Categorie Protette: i diritti del lavoratore in azienda

I lavoratori appartenenti alle Categorie Protette possono essere assunti con contratto a tempo determinato o indeterminato.

Chi viene assunto come dipendente appartenente alla Categoria Protetta ha inoltre diritto a percepire la stessa retribuzione degli altri lavoratori.

Le mansioni devono essere compatibili con lo stato di salute e, ove necessario, devono essere riprogrammate. Per facilitarne l’inserimento, i datori di lavoro possono prevedere dei periodi di formazione, orientamento, sostegno e tutoraggio.

Grazie alla Legge 104, un disabile ha diritto a 3 permessi al mese retribuiti.

 

Adecco e le Categorie Protette

Il datore di lavoro può ricercare dipendenti da assumere appartenenti alle Categorie Protette consultando:

Affidandosi ad Adecco le aziende avranno inclusi i seguenti servizi:

  • valutazione e ricerca di personale altamente professionale;
  • gestione delle attività e della burocrazia legate alla Legge 68/99;
  • consulenza e supporto a misura di azienda;
  • analisi e individuazione del settore aziendale più idoneo all’inserimento della risorsa appartenente alle Categorie Protette.

Inoltre, il servizio Diversity & Inclusion di Adecco vanta un Team dedicato di professionisti con lo scopo di ricercare, valutare e selezionare candidati con disabilità, in affiancamento alla rete di Recruiter dislocata su tutto il territorio nazionale. Scegli per la tua azienda di valorizzare una strategia di inclusione per migliorare lo sviluppo della tua organizzazione aziendale!