In un mercato del lavoro sempre più fluido e in continua evoluzione, è evidente l’importanza del capitale intellettuale rappresentato dalle conoscenze e competenze dei singoli individui che compongono la struttura di un’azienda.

La valutazione delle competenze è quindi un’attività centrale per ottenere le migliori performance lavorative. Per fare questo è indispensabile avere un metodo strutturato per la mappatura delle skills del personale.

È infatti importante valutare non solo le competenze tecniche (hard skills) ma anche le competenze trasversali (soft skills), per garantire una gestione dei talenti ottimale e per individuare la risorsa più adatta per le esigenze e il contesto aziendale.

Cos’è una competenza?

Una competenza è un insieme di capacità, conoscenze, esperienze, tratti di personalità e attitudini che si traduce in comportamenti messi in pratica in uno specifico contesto professionale.

Perché la competenza si trasformi in effettivo comportamento deve essere supportata dalla spinta interna della motivazione, il carburante che accende la scintilla grazie alla presenza di un contesto favorevole.

La valutazione delle competenze

La valutazione delle competenze viene fatta per capire quali competenze sono già oggi espresse a livello necessario o eccellente per il ruolo e per l’organizzazione e quali, invece, sono da sviluppare o potenziare.

Le competenze, poi, si traducono in comportamenti, i quali sono osservabili in modo oggettivo.

Come valutare le competenze all’interno di un’azienda?

Per valutare le competenze dei propri dipendenti è necessario considerare diversi aspetti.

Innanzitutto, è bene valutare sia le hard che le soft skills:

  • le prime sono competenze specifiche correlate a una professione in particolare;
  • le seconde sono abilità più generiche che misurano la capacità del lavoratore di relazionarsi con gli altri, di comunicare e di collaborare.

Se scegli di utilizzare una griglia o scheda di valutazione delle competenze, assicurati che considerino entrambe le tipologie di skills.

Devono poi essere individuate le abilità specifiche da testare, infatti è importante che il lavoratore venga testato sia sulle competenze che per la sua posizione lavorativa.

Una volta selezionate le competenze da mettere alla prova, si passa alla scelta delle modalità di test: alcune skills possono essere testate attraverso esami scritti mentre altre possono richiedere un approccio più creativo.

Invece di testare i tuoi dipendenti a sorpresa, offri loro strumenti di autovalutazione da svolgere sul lavoro. Durante la valutazione delle abilità garantisci loro gli stessi strumenti o riferimenti che avrebbero a disposizione nel mondo (lavorativo) reale. Ad esempio, se i tuoi dipendenti sono normalmente in grado di cercare informazioni in un manuale di lavoro, consenti loro di utilizzare quel manuale durante il test di valutazione. Non devi metterli alla prova sull’impossibile: devi valutare quanto competenti siano nelle normali situazioni lavorative.

La valutazione delle competenze professionali in fase d’assunzione: la proposta di Adecco

Per il processo di selezione, Adecco utilizza come riferimento un book di competenze che, attraverso la definizione delle skill critiche o fondamentali, permette di individuare le persone più performanti.

Questo book, identificando i differenti livelli di competenza, permette di utilizzare domande predefinite rivolte ai candidati basate sui comportamenti ottenendo una valutazione più oggettiva e approfondita dei candidati e delle relative soft skills.

Il book viene impiegato:

  • nell’analisi dei bisogni dell’azienda cliente, per individuare le competenze necessarie per il ruolo;
  • durante il colloquio con il candidato per verificare le competenze possedute;
  • nella fase di matching per trovare la corrispondenza tra le competenze possedute e quelle ricercate dall’azienda cliente;
  • nella stesura del dossier confidenziale per utilizzare la terminologia e gli indicatori comportamentali descritti in esso attraverso una rappresentazione oggettiva di quanto emerso nel corso dell’intervista.

Il book è dunque la base attraverso la quale Adecco riesce a determinare le competenze chiave di ogni posizione, facilitandone la comprensione dei comportamenti sottesi.

Tutte queste fasi sono fondamentali per una buona riuscita della selezione, nessuna esclusa.

Il valore aggiunto fornito da Adecco

Adecco è in grado di affiancare le aziende nella valutazione delle competenze grazie a:

  • migliori strumenti sul mercato;
  • esperienza consolidata e leadership nella valutazione;
  • capacità di gestire tutti i tipi di processi con qualsiasi tipo di profilo sia a livello nazionale che internazionale;
  • consulenza tecnica ai nostri clienti sui metodi di valutazione più idonei;
  • migliori professionisti per svolgere l'intero processo.