Quali sono i vantaggi della mobilità interna dei dipendenti?

La mobilità interna dei dipendenti (Talent Mobility) è una vantaggiosa modalità di gestione dei talenti.

L’azienda, per ricoprire una posizione nuova o vacante, anziché avviare un processo di selezione per la ricerca di ulteriori candidati al di fuori dell’azienda, lo attiva all’interno dell’impresa stessa.

 

I vantaggi della mobilità lavorativa

La mobilità professionale, o mobilità volontaria, è un fenomeno sempre più diffuso nel mondo del lavoro, sia in quello delle grandi aziende che nelle Piccole Medie Imprese (PMI).

Secondo gli esperti, infatti, il futuro dell’acquisizione dei talenti risiede proprio nella loro riqualificazione. Riqualificando le risorse umane presenti in azienda, e permettendo loro di acquisire nuove competenze, è possibile impiegarle in ruoli nuovi o vacanti. Ma quali sono i principali vantaggi della mobilità operativa?

 

Le posizioni vacanti vengono assegnate più rapidamente

Reclutare un talento esterno può essere molto dispendioso, sia in termini di tempo che di denaro. É necessario tenere infatti presente dei costi di assunzione, formazione e di Onboarding.

Poter contare su un pool eterogeneo di competenze e di talenti, all’interno della propria azienda, permette invece di ovviare alle posizioni vacanti in un tempo più breve e a costo ridotto.

Il mercato del lavoro, del resto, cambia molto velocemente e individuare i talenti migliori è sempre più complesso. Riqualificare la propria forza lavoro consente ai dipendenti già assunti di acquisire nuove Skills, così da poter ricoprire i nuovi ruoli facendo - molto spesso - un salto di carriera.

 

La fidelizzazione e il coinvolgimento dei dipendenti migliorano

Se un’azienda mette a punto un programma di Talent Mobility efficace è provato che il Turnover dei dipendenti diminuisce.

Il miglioramento delle competenze e la riqualificazione che la mobilità interna offre sono infatti interpretati come plus aziendali dai dipendenti, che si sentono così più stimati e valorizzati.

 

Il senso di responsabilità dei dipendenti aumenta

Tra i vantaggi della mobilità volontaria vi è anche quello di permettere ai dipendenti di coltivare le proprie conoscenze e abilità e aumentare così le competenze professionali e il livello di responsabilità. In particolare, la Talent Mobility:

  • promuove la cultura del miglioramento continuo, incoraggiando i lavoratori a cambiare ruoli, progetti e incarichi;
  • aumenta la crescita laterale dei dipendenti: un impiegato del reparto Marketing può ad esempio passare a un ruolo nel settore IT, se gli viene data la possibilità di acquisire competenze specifiche attraverso un programma di riqualificazione;
  • stimola l’autonomia dei lavoratori: poter contare su diverse competenze offre la libertà di cambiare percorso professionale e di crescere all’interno dell’azienda.

Il miglioramento delle competenze e la riqualificazione sono dunque due strumenti indispensabili per una politica di mobilità interna che porti vantaggio tanto all’azienda quanto ai dipendenti.